Sabato, 19 Marzo 2016 00:00

19 MARZO- DUE PAPA' A CONFRONTO

Scritto da Tiziana e Veronica - La Liscia e La Riccia

Sconcertate dalla scelta di una scuola di abolire la festa del papà, noi, invece, questo giorno lo vogliamo festeggiare, eccome!

Così oggi questo post è tutto dedicato ai papà di Matilde ed Edoardo, coprotagonisti del nostro blog.

 

Ecco a voi Andrea (che ha sposato la Liscia, nonché papà di Matilde) e Luca (consorte delle Riccia e “papo” di Edoardo).

La prima cosa che hai pensato quando hai visto Matilde/Edoardo:

Andrea: Sono rimasto colpito dai suoi occhi. E' strano a dirsi, ma mi sembravano così profondi. Ed ho avuto l'impressione che Matilde percepisse e capisse tutto nonostante fosse uno scriciolino appena affacciatosi alla vita.

Luca: Eccolo qui, che Piccolo e Perfetto! La meraviglia della nascita, anche vissuta dal papà è meravigliosa: l'ho guardato, ho ascoltato il suo respiro e assistito al suo primissimo bagnetto, niente di più bello!

Quanto è cambiata la tua vita da quando sei diventato papà?

Andrea: Naturalmente è cambiata parecchio. Non nascondo che all'inizio è stato difficile allinearsi ai ritmi che Matilde richiedeva. Sono sempre stato abituato a stare parecchio in giro, vuoi per lavoro, vuoi per divertimento. Quindi la nuova vita Matildecentrica all'inizio mi ha un tantino destabilizzato. Ma era solo perchè non sapevo bene come comportarmi. Col passare del tempo, poi, le difficoltà si sono ridotte sempre di più, quindi è diventato tutto più semplice. E adesso lo stare così in giro non mi va più a genio come una volta, preferisco tornare a casa appena posso, per stare con lei. Ah, da quando è arrivata Matilde ho anche iniziato a dare una mano a casa ed ho anche imparato a cucinare!

Luca: Praticamente modificata. Ma è stato solo un cambiare in positivo, dall'arrivo di Edoardo tutto è stato più bello, più vissuto, più consapevole e ogni giorno con lui e grazie a lui anche io imparo sempre qualcosa.

La cosa che ti piace più fare con Matilde/Edoardo:

Andrea: Un sacco di cose, portarla all'asilo, prepararla per la nanna, le coccole, giocare insieme, raccontarci le storie....ma che domande mi fai?

Luca: Di tutto di più! Amo giocare con lui a tutto: le corse nel corridio, io sono Valentino Arancioni e lui ovviamente Valentino Rossi, andare in bicicletta, rincorrerci, giocare a nascondino, le lotte con i cuscini, le ore a costruire con i Lego. Vederlo divertirsi e ridere se faccio qualcosa di buffo, raccontare e inventare insieme le storie, stare all'aria aperto a scoprire sempre qualcosa di nuovo. Il momento del bagnetto che mi riporta al pensiero della sua nascita

Che consigli daresti a un neopapà:

Andrea: Portate pazienza, soprattutto con le neomamme che hanno gli ormoni ballerini! Contate fino a 10. Loro fanno così, ma poi passa! Scherzi a parte, le difficoltà all'inizio credo siano normali. Arriva questa fagiolina che ti sconvolge la vita e destabilizza tutti gli equilibri. Ma è solo una fase. Il segreto è imparare a "prendere le misure", come dico sempre io. Dopo di che tutto diventa più gestibile e ogni momento con loro è un'emozione unica.

Luca: Al neo papà consiglio di gustarsi ogni momento, poter assimilare tutto dai nuovi colori, profumi e pianti che questo piccola/piccola emana. Divertirsi assieme a loro, tornare nuovamente bambini e vedere/osservare le cose dal loro punto di vista. Educarlo sempre ad essere corretto con tutti e tutto, renderlo partecipe in tutte le cose che si fanno in famiglia.

E un augurio speciale va anche ai nostri papà, nonni preziosi, che con il loro aiuto ci danno una mano non indifferente nella gestione familiare: Giovanni, Franco, Giuseppe e Agostino, grazie per essere così speciali ed importanti! Buona Festa del Papà anche a voi!

Ed eccoli qua i papà di Matilde ed Edoardo:

 

 

AUGURI di CUORE a TUTTI i PAPA'

 

 

Aggiungi commento