Mercoledì, 08 Maggio 2019 09:27

CHIOGGIA CON I BAMBINI : IL MUSEO DI ZOOLOGIA ADRIATICA GIUSEPPE OLIVI

Scritto da Tiziana - La Liscia

Come qualcuno avrà già visto sui nostri social, noi, i Lisci, abbiamo trascorso una bella settimana rigenerante in quel di Rosolina Mare, località sul delta del Po dove i nonni hanno la casa delle vacanze.

Non molto lontano da Rosolina c'è Chioggia, cittadina famosa per il radicchio, da me molto amata perchè con tutti i suoi canali ricorda molto Venezia, ma molto meno caotica e molto più vivibile.

 

 

 

Durante queste vacanze, come spesso capita, ci abbamo fatto una capatina e, passeggiando lungo il Canale Vena, uno dei più gradi, ci siamo imbattuti, per caso, nel Museo di Zoologia Adriatica Giuseppe Olivi.

Il Museo è situato in un elegante palazzo settecentesco e si estende su due piani con diverse sale.

Al secondo piano, dove inizia la visita del museo, si trova una sala che ci ha lasciati letteralmente a bocca spalancata. E' la sala dello squalo. Qui è possibile ammirare e toccare con mano un gigantesco esemplare di squalo elefante. E' lungo più di 8 metri e pesa ben 17 quintali. E' stato trovato nel 2003 impiagliato nelle reti da pesca, accidenti! Inutile dire che negli occhi di Mati e Franci si leggeva puro stupore, ed anche io stessa non mi aspettavo che la loro pelle fosse così dura.

Al piano successivo la mostra continua in una sala dove sono collezionati molti esemplari di pesci del mar Adriatico conservati in formalina, tra cui piccoli squali e molluschi.

Intorno a questa sala centrale sono disposte delle salette interattive più piccole, all'interno delle quali i visitatori possono mettersi nei panni degli abitanti del mare e capire come vivono, come si muovono e come percepiscono tutto ciò che li circonda. Qui ad esempio Matidlde deve indovinare, solo col tatto, quali sono gli oggetti che tocca, come se le sue mani fossero le antenne di un'aragosta

Ancora, siamo entrati un uno stanzino completamente buio dove abbiamo ascoltato i canti delle balene, immaginando di nuotare accanto a loro.

In un'altra sala, dove è stata costruita la prua di una barca da pesca, con tanto di panchina, abbiamo visto un video di pescatori della zona che, nella loro cadenza locale, spiegavano qualche curiosità sulle loro tecniche di pesca.

La nostra visità è terminata poi nella sala delle tradizioni di pesca, dove ci si può accomodare e guardare uno tra i video proposti. Matilde ha scelto vedere quello sulle tegnue,  delle rocce al largo del Mar Adriatico, dove si nasconde un vero e proprio regno sommerso.

Il video è particolarmente adatto ai bambini perchè racconta, attraverso la voce di una bambina, di tutti gli abitanti di questo regno. Qui è possibile trovare Re Grongo, i suoi cavalieri astici, i suoi soldati paguri, le dame di corte, i soldati e tanto tanto altro.

Il video ci è talmente piaciuto che, cercando qui e la, siamo riusciti a trovarlo anche in rete. I miei bambini a casa lo guardano e riguardano e devo ammettere che, complici anche le musiche, è davvero stimolante e ricco di informazioni interessanti che hanno attirato anche la cusiosità di noi grandi. Vi lascio qui il link, sono sicura che anche i vostri bimbi ne saranno rapiti.

In più, se vi capita di passare in quel di Chioggia, fate un giro al museo e raccontatemi cosa ne pensate. Secondo me, sia voi che i vostri bambini vi divertirete un sacco. Parola di Liscia!

 

 

Aggiungi commento