Sabato, 30 Aprile 2016 01:26

WOODYWALK, OVVERO BAMBINI ALLE PRIME ARMI COL TREKKING IN VAL PUSTERIA

Scritto da Tiziana - La Liscia

Da quando Matilde è tra noi ho scoperto la montagna in estate. E chi l'avrebbe detto? Proprio io che ho sempre associato la montagna all'inverno e l'estate solo al mare, da ben 4 anni adoro la montagna anche in estate, con le sue passeggiate, il panorama, i colori, la natura e, ovviamente, l'ottimo cibo.

 

La mia meta preferita è la Val Pusteria. Di solito teniamo come "casa base" l'albergo Leitgamhof di Chienes (www.leitgamhof.com), dove la simpaticissima Nanni ed il suo staff ci coccolano e ci viziano (preparatevi a mettere su peso perchè si mangia benissimo!). Da qui, poi, di volta in volta, in base al tempo, decidiamo le nostre mete. Vi consiglio di fare capolino presso gli uffici turistici. Ogni paesino della Val Pusteria ha il proprio Info Point, dove potrete trovare un sacco di brochure con tantissimi consigli per alloggi, ristoranti e mete escursionistiche.

Nalla nostra ultima vacanza, abbiamo conosciuto un percorso per famiglie chiamato "WoodyWalk"(www.plose.org/it/woodywalk-per.famiglie).

Woodywalk si raggiunge prendendo la cabinovia di Plose, facilmente raggiungi bile seguendo le indicazioni da Bressanone. La risalita, che porta alla stazione di Valcroce, ad un livello di 2050 mt, dura circa 10 minuti. I bambini fino ai 6 anni non pagano, mentre per chi alloggia nelle strutture di Bressanone è possibile fare la Brixen Card, che offre sconti e viaggi gratuiti in funivia.

Appena arrivati, vi trovate subito immersi nel suggestivo verde delle Dolomiti con delle magnifiche viste sul gruppo dolomitico del Sasso Putia, delle Odle di Eores e delle Odle di Funes. 

Il sentiero Woodywalk inizia proprio all'arrivo della funivia, dove si trovano un ristorante, dove mamma e papà hanno assaggiato le prelibatezze altoatesine, ed un parco giochi che ha subito catturato la curiosità di Matilde. 

 

Woodywalk è un percorso circolare lungo in totale 4 km con un dislivello di soli 100 mt. Inoltre è facilmente percorribile anche con il passeggino, ed è quindi indicato per le famiglie che hanno bimbi piccoli che possono avvicinarsi così al trekking ed alle passeggiate nella natura tra divertimento, soste e, perchè no, relax comodamente spinti da mamma e papà.

Il sentiero è suddiviso in tappe, presso le quali sono presenti dei giochi in legno (piccola curiosità: WoodyWalk, letteralmente "Percorso del Legno", deve il suo nome al fatto che i suoi giochi sono stati costruiti con legno locale). Tra le varie tappe ci sono le civette, lo scivolo gigante, il laghetto con le campane, il percorso "non toccare il suolo", il mulino ad acqua, e molti ancora.

 

 

 

Matilde è stata una camminatrice provetta: dopo aver testato un gioco, non vedeva l'ora di arrivare a quello successivo per scoprire quale novità l'attendesse.

La prima metà del percorso, dall'arrivo della funivia alla Baita Rossalm, dura teoricamente un'ora, ma il tempo di percorrenza può allungarsi notevolmente viste le soste per giocare. Noi per fortuna avevamo con noi degli spuntini da consumare durante il tragitto, anche se poi, come anticipato, abbiamo poi pranzato al rifugio Valcroce. Per la sete niente paura! Durante il tragitto ci sono delle fontane di acqua fresca di montagna!

Visto che i giochi con l'acqua sono innumerevoli, infine, vi consiglio di portare nello zaino asciugamano e cambio (non si sa mai!) e, se il tempo è variabile come lo abbiamo trovato noi, anche felpe e K-Way: a quell'altitudine, quando le nuvole coprono il sole, la temperatura scende e il freddo si fa sentire!    

 

 

 

 

 

 

Aggiungi commento