Martedì, 05 Luglio 2016 07:00

PAZZE PER I WALLSTICKER

Scritto da Tiziana - La Liscia

Da sempre considero il periodo ideale per dare una bella rinfrescata alle pareti di casa i mesi di maggio e giugno. Quest'anno a casa abbiamo dato precedenza assoluta alla zona notte.  

Così ora abbiamo pareti super pulite dai colori pastello! Finalmente!
 
Eppure, a lavoro ultimato, qualcosa sembrava mancare ancora sia in camera mia che in quella di Matilde....
 
 
Ebbene sì, il mio dilemma è sempre stato: che ci metto sulla testata del letto? Mi piacerebbe avere qualcosa di originale ed essenziale, e soprattutto non dei quadri! È vero che de gustibus non disputandum est, ma io li trovo da sempre pesanti e a lungo andare noiosi!
 
E poi, come un'illuminazione, la soluzione è arrivata! Girovagando in rete, sui siti di acquisti online, ho trovato finalmente quello che poteva fare al caso mio: i wallsticker! 
Ce ne sono davvero per tutti i gusti, da quelli floreali, alle frasi famose, a quelli più buffi che rappresentano animali, al sistema solare, e chi più ne ha, più ne metta. 
 
Io mi sono data alle scritte in inglese. La scelta è stata ardua, perché anche per questa tipologia di adesivi da muro, la rete offre un sacco di alternative. Così, dopo una lunga cernita,anche con l'aiuto del maritozzo, i nominati sono stati questi due: 

Live Every Moment, Laugh Every Day, Love Beyond Words

che abbiamo messo in camera da letto. Lo abbiamo scelto come mantra da ripeterci quotidianamente, visto che la frenesia della quotidianità ci mette davvero a dura prova e a volte ci fa dimenticare le semplici cose che possono renderci ogni giorno felici

 E

Don't Dream Your Life, Live Your Dream
 
 
che abbiamo attaccato in camera della pupa con tanto di farfalle svolazzanti in 3D; anche qui abbiamo voluto regalare alla nostra Matilde un piccolo motto di incoraggiamento, affichè ogni giorno si impegni con amore e costranza per realizzare tutti i suoi sogni, senza farsi abbattere dalle avversità.
 
Gli adesivi, quando arrivano, si presentano con questa fattezza:
 
 
Non essendoci quindi uno schema fisso, questo permette di sbizzarrirsi con la disposizione delle parole sulla parete.
Visto che per me era la prima volta ho preferito non strafare, così ho preferito mantenere una certa linearità.
 
L'unica pecca di questi adesivi murali è che si devono attaccare letterina per letterina, quindi il lavoro risulta essere piuttosto lungo per chi non è avvezzo a questo genere di lavoretti (si lo ammetto, ho chiesto aiuto al mio splendido e ultra paziente papà che lì per lì non era molto entusiasta!). Eppure, alle prese con metri, righe e matite, nonostante qualche imprecisione, trovo che il risultato sia molto soddisfacente!
 
 
 
 
E' vero, c'è spazio di miglioramento e sono ultra carica! Il prossimo anno dipingeremo le pareti della zona giorno e sono già alle prese con la scelta del prossimo adesivo murale per il soggiorno!

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna