Mercoledì, 02 Agosto 2017 14:26

VACANZE IN VALPUSTERIA: IL PARCO DEI GIOCHI D'ACQUA

Scritto da Tiziana - La Liscia

 

Estate. Tempo di giochi d'acqua. 

Anche se il tempo durante la nostra permanenza in Val Pusteria non è sempre stato dei migliori, abbiamo approfittato degli sprazzi di sole per goderci la montagna. E si sa, col caldo giocare con l'acqua è un divertimento assicurato. Proprio per questo motivo abbiamo scelto di trascorrere una mattina al Parco dei Giochi d'Acqua Wasserwaldile di Rasun di Sotto. 

Si tratta di un percorso molto semplice nel bosco, dove la protagonista è, appunto, l'acqua, che scorre fresca sotto forma di ruscello che accompagna tutto il sentiero dalla partenza all'arrivo.

In cima al percorso, un tavolino e delle panche di legno accanto ad una fontanella offrono la possibilità di una merenda rigenerante prima di iniziare la passeggiata.

Così, durante la discesa, abbiamo testato il nostro equilibrio attraversando ponti ed assi di legno. Anche il Liscio ha dato prova del suo spirito di avventura, mentre la sottoscritta si è limitata a scattare foto e ad osservare metà della famiglia avendo il piccolo Franci in versione koala ronfante fisso nella sua fascia portabebè che a quanto pare è il suo mezzo di trasporto preferito.

 

Abbiamo creato dighe e canali con foglie e sassi raccogliendo l'acqua che scorreva in tubi in legno, alcuni dotati anche di ruote idrauliche e altalene.

Dopo aver testato il nostro equilibrio abbiamo trovato uno spiazzo con delle funi, dove ci siamo arrampicati come scimmiette per testare la nostra forza su braccia e gambe.

Alla fine del percorso abbiamo trovato anche dei cerchi di pigne. Non ricordano forse i cerchi nel grano? A noi piace pensare che li abbiano fatti durante la notte gnomi e folletti dei boschi delle Dolomiti per noi come segnale identificativo di una mappa dove poter scovare nella nostra amata Val Pusteria qualcosa di nuovo e totalmente sconosciuto per noi, che ormai la Val Pusteria la visitiamo spesso. O come ringraziamento a Madre Natura per le cose belle che ci offre ai piedi di queste montagne.

 

Come queste succose e fresche fragiline di bosco che abbiamo assaporato come premio finale della nostra scampagnata.

Aggiungi commento